Home Pop Astinenza da sport? Ecco 7 film da non perdere

Astinenza da sport? Ecco 7 film da non perdere

Il calcio ha significato troppo per me e continua a significare troppe cose. Dopo un po’ ti si mescola tutto nella testa e non riesci più a capire se la vita è una merda perché l’Arsenal fa schifo o viceversa. Sono andato a vedere troppe partite, ho speso troppi soldi, mi sono incazzato per l’Arsenal quando avrei dovuto incazzarmi per altre cose, ho preteso troppo dalla gente che amo… Okay, va bene tutto! Ma… non lo so, forse è qualcosa che non puoi capire se non ci sei dentro… ”
Chissà come avrebbe reagito Paul Ashworth, protagonista del fim Febbre a 90°, davanti all’astinenza da calcio, dovuta all’emergenza coronavirus. Il mondo del calcio si è fermato, niente stadio, niente partita in tv da vedere soli o con gli amici mentre si tifano i colori del cuore o si controlla la classifica del fantacalcio. A fermarsi non è stato ovviamente solo il calcio, tutto il mondo dello sport ha dovuto a prendere una pausa. In attesa di tornare con le sciarpe al collo, vi proponiamo alcuni film da vedere sul divano per sentire meno la mancanza dei manti erbosi, degli spalti, dei palazzetti e dei circuiti di Formula1.

FEBBRE A 90° – CALCIO

Come si sarà capito, questa pellicola tratta da un celebre romanzo di Nick Hornby rappresenta un film cult per tutti gli appassionati di calcio. Al centro della trama Paul (Colin Firth), insegnante di letteratura e la sua passione per l’Arsenal. Devozione verso la palla sferica, verso i colori della propria squadra al punto da diventare l’ago della bilancia nelle decisioni e scelte della propria vita.

OGNI MALEDETTA DOMENICA – FOOTBALL

Tante le pellicole che hanno portato sul grande schermo lo sport più amato dagli americani il football. Ma il fim che ha come protagonista Al Pacino nei panni dell’allenatore Tony D’Amato rimane sicuramente il più famoso. Merito sicuramente anche del celebre discorso all’interno dello spogliatoio che porta una grande verità “O noi risorgiamo come collettivo o saremo anninetati individualmente”.Come nel football solo insieme si può vincere, perché è il totale a fare la differenza.

INVICTUS – RUGBY

Il senso di questo film è tutto nel suo tiolo:” invictus” “il mai sconfitto”. Attraverso il linguaggio universale dello sport il neo eletto presidente Mandela cerca di riunire la sua nazione divisa, economicamente e dal punto di vista razziale, dopo tanti anni di apartheid. Mandela (Morgan Freeman) spinge la squadra di rugby del Sud Africa, capitanata da Francois Pienaar (Matt Damon), a cercare la vittoria nel campionato del mondo del 1995. “Non un calcolo politico. Ma un calcolo umano” .

 ALÌ – BOXE

Per molti il miglior film sulla nobile arte. Il film porta sul grande schermo il pugiule più famoso Muhammad Ali (Willy Smith), nato Cassius Marcellus Clay Jr., soprannominato il più grande. La conquista del titolo di campione del mondo dei pesi massimi, l’amicizia con Malcolm X, l’adesione all’Islam al rifiuto di arruolarsi nell’esercito statunitensee e la pronuncia della famosa frase che gli costerà cinque anni di inattività: “I Vietcong non mi hanno fatto niente”.Rimane senza un dollaro. Il gran capo religioso lo espelle. Lo riprende quando Alì tornerà a combattere con borse miliardarie. A Kinshasa, nello Zaire, viene organizzato l’incontro del secolo contro George Foreman. La città africana, preferita a New York e Las Vegas, assume un altissimo valore simbolico. È il 1974, Alì ha 32 anni ed esulta sul ring.

HE GOT GAME – BASKET

Con la promessa di una sentenza ridotta, Jake Shuttlesworth (D.Washington) riesce ad ottenere il rilascio temporaneo dalla prigione nella quale è detenuto con il compito di convincere la recluta della miglior squadra nazionale di basket del college, suo figlio Jesus (interpretato dalla stella NBA Ray Allen), ragazzo difficile ed alienato, a giocare la partita mentre verrà suonato l’inno in onore del Governatore! Ma non appena Jesus si trova ad affrontare intense pressioni e irresistibili tentazioni legate alla decisione che deve prendere, lo stesso Jake dovrà pensare non soltanto a cos’è meglio per lui… ma anche al bene di suo figlio! Molti i camei presenti John Turturro e celebrità del basket come Dick Vitale, John Thompson, Dean Smith.

LE MANS’66 LA GRANDE SFIDA – AUTOMOBILISMO

Per gli appassionati delle quattro ruote. La sfida tra Ford e Ferrari per la conquista della mitica gara sul circuito di Le Mans in Francia nel 1966. La pellicola si basa sull’incredibile storia vera del visionario designer di automobili Carroll Shelby (Damon) e dell’intrepido pilota britannico Ken Miles (Bale), che insieme si batterono contro l’interferenza delle corporation, le leggi della fisica e i loro demoni personali per costruire una rivoluzionaria auto da corsa per la Ford Motor Company e sfidare le imbattibili auto di Enzo Ferrar. Il regista porta lo spettatore all’interno degli abitacoli delle macchine da corsa raccontando un pezzo di storia, la storia di due grandi aziende e di due visioni.

BORG MCENROE – TENNIS

La pellicola racconta una delle più straordinarie rivalità sportive di tutti i tempi quella tra Bjorn Borg e John McEnroe. Svelando la loro vita fuori e dento il campo, da una parte l’algido e composto Bjorn Borg (Sverrir Gudnason), dall’altra l’irascibile e sanguigno John McEnroe dall’altra l’irascibile e sanguigno John McEnroe (Shia LaBeouf). Il primo desideroso di confermarsi re incontrastato del tennis, il secondo determinato a spodestarlo. Fino ad arrivare al racconto di una finale diventata leggenda: quella sul manto erbosi di Wimbledon nel 1980.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here